X
GO

Malattie delle api e Varroa Destructor: pubblicate le Linee guida per il controllo dell’infestazione

  • 8 settembre 2014
  • Autore: Redazione VeSA
  • Visualizzazioni: 1526
  • 0 Commenti

Le linee guida pubblicate dall’Istituto Zooprofilattico delle Venezie – Centro di referenza nazionale per l’Apicoltura, descrivono dettagliatamente tempi e modi e prodotti per effettuare i trattamenti anti varroa .
Non si parla più, infatti, di attuare solo il trattamento autunno-invernale ma anche quello del periodo estivo in quanto si è visto che il grado d’infestazione delle colonie raddoppia ogni mese in cui è presente la covata.

Per il trattamento autunno-invernale si potranno utilizzare ,alternativamente, i seguenti principi attivi: ac. ossalico ,amitraz , ac. formico (con temperature ambientali comprese 10 e 29,5°C).
Per il trattamento estivo: timolo,eucaliptolo, mentolo, canfora,tau-fluvalinate.

Nelle Linee guida vengono inoltre proposti interventi di tecnica apistica utili nel corso della stagione attiva per diminuire il livello di infestazione delle colonie e si sottolinea come il risultato di detti interventi possa essere vanificato dal fenomeno della reinfestazione.
Per ovviare a questo fenomeno è essenziale impostare la lotta a livello territoriale attraverso un coordinamento degli interventi (trattamenti contemporanei, almeno per zone omogenee).

Inoltre, in data 31 luglio 2014, il Ministero della Salute  ha emanato anche nuove Linee Guida  per la gestione di segnalazioni di moria o spopolamento degli alveari connesse all’utilizzo di fitofarmaci.

Tale documento definisce  in dettaglio compiti ed azioni da attuare ed includono un modello di verbale da adottare per effettuare i necessari campionamenti.


Per saperne di più:

Linee guida per il controllo dell’infestazione da Varroa destructor

Nota Ministero della salute sulla gestione di segnalazioni di moria o spopolamento degli alveari connesse all’utilizzo di fitofarmaci

Linee Guida  per la gestione di segnalazioni di moria o spopolamento degli alveari connesse all’utilizzo di fitofarmaci
 

Autore
Dott.ssa L. Leoni 

Data di pubblicazione  8 settembre 2014

 

Stampa

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Nome:
Email:
Oggetto:
Messaggio:
x