X
GO

IL CONTROLLO DELLE MALATTIE INFETTIVE DEGLI ANIMALI DA REDDITO NELLA REGIONE MARCHE

  • 3 novembre 2015
  • Autore: Redazione VeSA
  • Visualizzazioni: 770
  • 0 Commenti
Foto cartone uova

SALMONELLA NEGLI ALLEVAMENTI DI POLLAME (Gallus gallus e tacchini)

Le infezioni da Salmonella rappresentano in Italia, come negli altri Paesi industrializzati, una delle principali cause di malattia a trasmissione alimentare nell’uomo e gli alimenti di origine avicola, uova e ovoprodotti in particolare, sono fra le principali cause di infezione. I più recenti atti normativi a livello europeo sulla sicurezza alimentare (Regolamento CE 178/2002  e tutto il pacchetto igiene) individuano nel controllo di filiera l’approccio più efficace per garantire la salubrità degli alimenti per l’uomo, indicando nella produzione primaria un punto cardine per la sorveglianza e il controllo.

Il controllo della Salmonellosi negli allevamenti avicoli (riproduttori, ovaiole, polli da carne e tacchini) è inserito tra i principali obiettivi comunitari nella lotta alle zoonosi e nei programmi nazionali che sono stati progressivamente adottati dagli stati membri per ridurre la prevalenza di specifici agenti zoonotici nelle popolazioni animali ai sensi del Regolamento CE 2160/2003/CE.

Il controllo della Salmonellosi a carattere zoonosico negli allevamenti avicoli (riproduttori, ovaiole, polli da carne e tacchini) avviene attraverso l’attuazione dei programmi finalizzati alla riduzione della prevalenza delle Salmonelle rilevanti per la salute pubblica, che sono: Salmonella Enteritidis, Typhimurium (compresa la variante monofasica 1,4[5],12:i:-), Hadar, Virchow e Infantis per il pollame da riproduzione della specie Gallus Gallus, ed i sierotipi Enteritidis e Typhimurium nelle categorie rimanenti (ovaiole, polli da carne e tacchini).

L’attuazione dei piani si effettua tramite campionamenti in autocontrollo sotto la responsabilità del veterinario aziendale e con  controlli ufficiali che si esplicano attraverso il campionamento e il controllo sistematico da parte dell’Autorità Competente.

L’obiettivo nazionale prevede la riduzione della percentuale dei gruppi positivi ai sierotipi rilevanti ai seguenti livelli:

  • riroduttori Gallus gallus < 1%;
  • ovaiole < 10%;

  • polli da carne < 1%;

  • tacchini da riproduzione e ingrasso < 1%.

Il monitoraggio delle Salmonellosi è attuato anche attraverso l’applicazione dei criteri microbiologici negli alimenti in accordo a quanto stabilito dal Regolamento CE 2073/2005 e smi e mediante il controllo della contaminazione microbica da Salmonella spp. nei mangimi composti e nelle materie prime per mangimi di origine vegetale come previsto dal PNAA.

Situazione epidemiologica

Salmonellosi negli allevamenti avicoli industriali

I piani nazionali di sorveglianza delle salmonellosi negli allevamenti avicoli hanno come obiettivo la riduzione, nel territorio nazionale, della prevalenza dei sierotipi di Salmonella Enteritidis e Typhimurium nelle galline ovaiole e prevede campionamenti da effettuarsi da

parte dell’allevatore (autocontrollo) e controlli ufficiali dell’Autorità Competente. Le misure di controllo prevedono l’abbattimento o la macellazione dei gruppi risultati positivi per S. Enteritidis e/o Typhimurium e la vaccinazione degli animali utilizzati per ripopolare un capannone che ospitava nel precedente ciclo un gruppo risultato positivo per S. Enteritidis e/o Typhimurium.

Nelle Marche dal 2008 i Servizi Veterinari delle Aree Vaste, in collaborazione con le sezioni diagnostiche dell’IZS, portano avanti i piani di controllo delle Salmonelle enteritidis e typhimurium negli allevamenti industriali di ovaiole, polli da ingrasso, tacchini da ingrasso e tacchini riproduttori. Si riportano, per una migliore comprensione delle tabelle, alcune definizioni, previste dalla normativa:

  • Gruppo: “insieme di animali allevati nello stesso ciclo (quindi con medesima data di accasamento), nello stesso locale o recinto (per convenienza chiamato capannone)” – Ministero della Salute – DGSA, nota 3457 del 26/02/2010
  • Gruppo controllato: gruppo per il quale risulta almeno un controllo nell’anno di riferimento.

  • Allevamenti controllabili
    o     Polli da carne: allevamenti con capacità registrata in BDN uguale o superiore a 5000 capi.
    o     Galline ovaiole: allevamenti con capacità uguale o superiore a 1000 capi
    o     Polli riproduttori e tacchini riproduttori: allevamenti che risultano registrati in BDN come riproduttori e che hanno una
           capacità uguale o superiore a 250 capi
    o     Tacchini da ingrasso: allevamenti con capacità uguale o superiore a 500 capi.

Nelle tabelle seguenti i risultati delle attività di sorveglianza effettuata.

Tabella 1: Prevalenza di contaminazione rilevata negli allevamenti industriali di OVAIOLE dal 2010 al 2014

Anno

Gruppi presenti

Gruppi inclusi nel programma

Gruppi controllati

Gruppi positivi°

Gruppi positivi (altri sierotipi)

Prevalenza enteritidis

Prevalenza typhimurium

Prevalenza altre salmonelle

2013

114

67

81

8

16

6,17%

3,70%

19,75

2014

108

62

72

7

10

6,94%

2,77%

13.88%

° S. Enteritidis/Typhimurium, S. Hadar, S. Virchow, S. Infantis, o altri sierotipi inclusi nel programma

* il numero dei positivi comprende una positività di origine vaccinale

Tabella 2: Prevalenza di contaminazione rilevata negli allevamenti industriali di POLLI DA CARNE dal 2010 al 2014

Anno

Gruppi presenti

Gruppi inclusi nel programma

Gruppi controllati

Gruppi positivi°

Gruppi positivi (altri sierotipi)

Prevalenza

enteritidis

Prevalenza typhimurium

Prevalenza altre salmonelle

2013

1419

21

41

1

2

0%

2,44%

 

2014

1.393

20

33

0

1

0%

0%

3,03%

°S. Enteritidis/Typhimurium, S. Hadar, S. Virchow, S. Infantis, o altri sierotipi inclusi nel programma

Tabella 3: Prevalenza di contaminazione rilevata negli allevamenti industriali di TACCHINI dal 2010 al 2014

Anno

Gruppi presenti

Gruppi inclusi nel programma

Gruppi controllati

Gruppi positivi°

Gruppi positivi (altri sierotipi)

Prevalenza

enteritidis

Prevalenza typhimurium

Prevalenza altre salmonelle

2013

38

7

22

0

5

0%

0%

22,73%

2014

51

7

21

0

1

0%

0%

4,76%

°S. Enteritidis/Typhimurium, S. Hadar, S. Virchow, S. Infantis, o altri sierotipi inclusi nel programma

Tabella 4: Prevalenza di contaminazione rilevata negli allevamenti industriali di RIPRODUTTORI dal 2013 al 2014

Anno

Gruppi presenti

Gruppi inclusi nel programma

Gruppi controllati

Gruppi positivi°

Gruppi positivi (altri sierotipi)

Prevalenza

enteritidis

Prevalenza typhimurium

Prevalenza altre salmonelle

2013

9

9

1

0

0

0%

0%

0%

2014

9

9

4

0

0

0%

0%

0%

°S. Enteritidis/Typhimurium, S. Hadar, S. Virchow, S. Infantis, o altri sierotipi inclusi nel programma

Il dettaglio dei prelievi effettuati negli allevamenti industriali marchigiani nell’anno 2014 nelle Aree Vaste (ex zone territoriali) della regione Marche, per categoria produttiva oggetto di monitoraggio è riportato nelle tabelle 5,6,7,8 e 9.

Tabella 5: Galline ovaiole -  percentuali di controllo effettuate e frequenza di contaminazione per Salmonella Enteritidis, Typhimurium e salmonelle minori riscontrate (anno 2014)

AV

Gruppi presenti

Gruppi inclusi nel programma

Gruppi controllati

Frequenza Enteritidis

Frequenza Typhimurium

Frequenza Salmonelle Minori

1

12

7

14

0

0

0

2

17

9

10

0

2

1

3

17

8

10

0

0

2

4

42

26

21

2

0

6

5

20

12

17

3

0

1

Totali

108

62

72

5

2

10

Tabella 6: Polli da carne - percentuali di controllo effettuate e frequenza di contaminazione per Salmonella Enteritidis, Typhimurium e salmonelle minori riscontrate (anno 2014)

AV

Gruppi presenti

Gruppi inclusi nel programma

Gruppi controllati

Frequenza Salm.le maggiori

Frequenza Salm.le Minori

1

3

1

2

0

0

2

802

9

21

0

0

3

374

6

7

0

0

4

133

2

2

0

1

5

81

2

1

0

0

Totali

1393

20

33

0

1

Tabella 7: Tacchini da ingrasso - percentuali di controllo effettuate e frequenza di contaminazione per Salmonella Enteritidis, Typhimurium e salmonelle minori riscontrate (anno 2014)

AV

Gruppi presenti

Gruppi inclusi nel programma

Gruppi controllati

Frequenza Salmonelle maggiori

Frequenza Salmonelle Minori

1

4

2

3

0

0

2

26

2

7

0

0

3

17

2

10

0

0

4

4

1

1

0

1

5

0

0

0

0

0

Totali

51

7

21

0

1

Tabella 8: Polli riproduttori - percentuali di controllo effettuate e frequenza di contaminazione per Salmonella Enteritidis, Typhimurium e salmonelle minori riscontrate (anno 2014)

AV

Tipologia

Gruppi presenti

Gruppi inclusi nel programma

Gruppi controllati

Frequenza Salmonelle maggiori

Frequenza Salmonelle Minori

1

In depos.ne

1

1

4

0

0

2

Prima della depos.ne

8

8

0

0

0

Totali

 

9

9

4

0

0

Tabella 9: Prevalenze di contaminazione da salmonella riscontrate complessivamente per tipologia produttiva nell’anno 2014

Tipologia

Gruppi controllabili

Gruppi controllati

Enteritidis

Typhimurium

Minori

Prevalenza                 Enteritidis

Prevalenza Typhimurium

Prevalenza Salmonelle Minori

Polli da carne

1.393

33

0

0

1

0%

0%

3.03%

Ovaiole

108

72

5

2

10

6,9%

2,7%

13,88%

Polli riproduttori (fase deposizione)

9

4

0

0

0

0%

0%

0%

Tacchini

51

21

0

0

1

0%

0%

4,76%

Stampa
Tag:
Valutazioni:
Nessuna valutazione

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Nome:
Email:
Oggetto:
Messaggio:
x