X
GO

Nasce ad Amalfi la Società Italiana delle Scienze Forensi Veterinarie

  • 28 ottobre 2020
  • Autore: Redazione VeSA
  • Visualizzazioni: 138
  • 0 Commenti
Nasce ad Amalfi la Società Italiana delle Scienze Forensi Veterinarie

In data 25/09/2020 è stato sottoscritto ad Amalfi l'atto costitutivo della Società Italiana delle Scienze Forensi Veterinarie

I  40 Soci Fondatori, tutti provenienti da un percorso formativo ultra specialistico nel campo delle Scienze Forensi Veterinarie , sono fortemente motivati a far crescere questa nuova branca della medicina veterinaria.

Nel comunicato della Società si legge:

“La richiesta forte e pressante della società civile, degli organi di polizia giudiziaria, delle Procure e dei Tribunali di avere professionisti competenti e preparati nella gestione dei reati a danno degli animali e dei casi giudiziari che vedono coinvolti gli animali, direttamente o indirettamente, ha reso necessario la nascita di questa nuova associazione culturale”.

 L’Associazione persegue le seguenti finalità: 
a. promuovere l'avanzamento delle conoscenze e lo sviluppo delle tecnologie nell'ambito delle scienze forensi veterinarie; 
b. rappresentare e tutelare i propri associati, in campo nazionale e internazionale, sul piano scientifico, professionale, giuridico e morale, restando espressamente escluso lo svolgimento di qualsiasi attività sindacale diretta o indiretta; 
c. promuovere l'aggiornamento scientifico e professionale dei Soci attraverso programmi annuali di attività formativa, anche nell’ambito dell’ Educazione Continua in Medicina (E.C.M.), nonché attraverso la stampa di periodici e pubblicazioni; 
d. collaborare con gli organi amministrativi e di governo, locali e nazionali, e con le Autorità giuridiche e sanitarie nell’elaborazione di norme concernenti l’ambito delle Scienze Forensi Veterinarie; 
e. promuovere l'elaborazione di Linee Guida per le attività diagnostiche e gestionali; 
f. promuovere il coordinamento e lo sviluppo delle unità operative di medicina veterinaria forense in ambito regionale e nazionale; 
g. promuovere protocolli di studio, ricerche di studio finalizzate anche in collaborazione con altre società e organismi scientifici; 
h. patrocinare la costituzione di gruppi di studio con interessi culturali specifici di settore;
i. promuovere il miglioramento della didattica e dell'assistenza nel campo delle Scienze Forensi Veterinarie;
j. promuovere la definizione di standard qualitativi e l'adozione di sistemi di controllo di qualità nei laboratori dove di praticano le Scienze Forensi Veterinarie; 
K. stabilire rapporti di collaborazione anche a livello internazionale con altre Federazioni, Società o Associazioni operanti nel campo delle Scienze Forensi Veterinarie; 
l. finanziare le attività sociali solo attraverso i contributi degli associati e/o di enti pubblici nonché di soggetti privati, con esclusione di qualsivoglia finanziamento che possa anche astrattamente configurare conflitto di interesse diretto e/o indiretto con i principi dell'associazione; 
n. finanziare le attività formative e gli ECM, nel rispetto dei criteri e dei limiti stabiliti dalla Commissione nazionale per la formazione continua. 
o. promuovere la creazione di studi associati di medici veterinari forensi ed altri esperti delle scienze forensi che debbano rispondere a requisiti previsti dall’associazione.
 
 
Autore: Dott.ssa Michela Conquista
 
 
In allegato la comunicazione della Società

Documenti allegati

Stampa
Tag:
Valutazioni:
4.5

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Nome:
Email:
Oggetto:
Messaggio:
x