X
GO

Focolaio Blue Tongue in una azienda di bovini sentinella del comune di Serravalle di Chienti

  • 6 agosto 2014
  • Autore: Redazione VeSA
  • Visualizzazioni: 773
  • 0 Commenti


In data 24 luglio 2014, a seguito dei controlli periodici eseguiti sui bovini sentinella, è stata  confermata dal Centro di Referenza Nazionale per le malattie esotiche dell’Istituto Zooprofilattico Abruzzo e Molise una positività virologica per Blue Tongue sierotipo 1 in un’azienda sita nel Comune di Serravalle di Chienti.

La febbre catarrale degli ovini, più comunemente conosciuta come Blue Tongue (BT), è una malattia infettiva dei ruminanti trasmessa da insetti vettori, zanzare, appartenenti al genere Culicoides.

E’ una malattia che non si trasmette all’uomo.

La Blue Tongue sierotipo 1 è  di nuova introduzione nel territorio della regione Marche ed è lo stesso tipo che è responsabile dei focolai attualmente presenti nelle regioni Sardegna, Sicilia, Calabria, Campania, Lazio, Toscana e Liguria.
I Servizi Veterinari dell’ASUR si sono attivati, come previsto, con il blocco delle movimentazioni dall’azienda in questione ed i necessari controlli clinico-sierologici sugli ovi-caprini e bovini gravanti nel raggio dei 4 chilometri circostanti l’azienda sede della positività.

In data 01 agosto il Ministero della Salute ha istituito l’Unità Centrale di crisi per la gestione dei focolai Blue Tongue che colpiscono il territorio nazionale.
Il Ministero garantisce alle Regioni e agli Istituti Zooprofilattici Sperimentali tempestivi aggiornamenti sull’evolversi della situazione.

Tutte le verifiche sanitarie sono finalizzate alla ricerca dell’origine dell’infezione, all’elaborazione di specifiche mappe che individuano le aziende zootecniche situate attorno al focolaio e all’istituzione delle zone di restrizione come previsto da normativa vigente.

Le misure di controllo e contrasto della diffusione di questa malattia sono particolarmente rigide e finalizzate ad evitare il coinvolgimento di ulteriori territori indenni con le relative ricadute sulle produzioni zootecniche e agroalimentari.



per saperne di più:

CESME - Centro di Referenza Nazionale per le malattie esotiche dell’Istituto Zooprofilattico Abruzzo e Molise

CESME - Sistema informativo della Blue Tongue

mappa Zone di restrizione definite ai sensi del Reg. 1266/2007 della Commissione Europea  
e delle note della Direzione Generale della Sanità animale e dei Farmaci veterinari - data ultimo aggiornamento: 30 luglio 2014


Nota Dirigente P.F. Veterinaria e Sicurezza Alimentare prot.B/2-9/7206 del 04/08/2014 Febbre catarrale degli ovini (Blue Tongue) - Focolaio BTv sierotipo 1 nel comune di Serravalle di Chienti (MC). Misure di controllo ed eradicazione per contenere l'eventuale diffusione del visus della Blue Tongue (nota visibile per gli operatori sanitari ASUR che accedono con credenziali di accreditamento).

Nota Dirigente P.F. Veterinaria e Sicurezza Alimentare prot.B/2-9/7109 del 31/07/2014 Unità di Crisi regionale per la Blue Tongue (nota visibile per gli operatori sanitari ASUR che accedono con credenziali di accreditamento).

VeSA Marche - Febbre catarrale dei piccoli ruminanti o Blue Tongue
 
VeSA Marche - Report epidemiologici Blue Tongue

VeSA Marche - Report Animali Sentinella testati per Blue Tongue








Autore:
Dr. A. Tibaldi
Direttore Responsabile VeSA Marche
Direttore PF Veterinaria e Sicurezza Alimentare

data di pubblicazione: 6 agosto 2014 

Stampa
Categorie: Blue Tongue
Tag:
Valutazioni:
Nessuna valutazione

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Nome:
Email:
Oggetto:
Messaggio:
x