X
GO

Obbligo di vaccinazione per Blue Tongue (Febbre catarrale degli ovini) in tutta la Regione Marche

  • 13 ottobre 2014
  • Autore: Redazione VeSA
  • Visualizzazioni: 558
  • 0 Commenti

 

L’emanazione del Decreto del Presidente della Giunta regionale - DPGR 187 del 16/09/2014 Piano di vaccinazione per Blue Tongue anni 2014-2015 si era resa necessaria per introdurre rapidamente la vaccinazione degli animali sensibili nella Provincia di Macerata, sede del primo focolaio nella Regione Marche di BTV1 al fine di garantire la continuità delle movimentazioni di bovini e ovicaprini e salvaguardare così gli interessi economici dei commercianti di bestiame della zona interessata.

Successivamente la nota del Ministero della Salute prot. 0020028-01/10/2014-DGSAF-COD_UO-P ha definitivamente inserito il territorio marchigiano, nella sua totalità, tra le aree soggette a restrizione per Blue Tongue (Febbre catarrale degli ovini) estendendo a tutta la Regione le misure cautelative previste nel dispositivo dirigenziale prot. n.5662 del 14 marzo 2014 che ne è stato così modificato.

In questo contesto di “globalità” anche l’obbligo di vaccinazione di bovini, ovini, caprini e bufalini è stato esteso a tutte le Provincie tramite il DPGR 192/PRES del 09 ottobre 2014.

Questo significa che  l’art. 1 dell’allegato 1 del DPGR n. 187 sopra citato, viene modificato dalla specifica che gli animali sensibili alla Blue tongue, che dalle provincie di Pesaro e Urbino, Ancona, Macerata, Fermo, Ascoli Piceno, dichiarate zone di restrizione per  Virus Blue Tongue sierotipo 1 (BTV1), si movimentino verso aree del territorio nazionale riconosciute indenni o verso zone di restrizione per sierotipi diversi, dovranno sottostare a preventivo trattamento vaccinale effettuato con vaccino inattivato in formulazione monovalente o polivalente, contenente il sierotipo 1 circolante sul territorio.

Tali operazioni dovranno essere programmate, svolte e controllate dai Servizi di Sanità Animale competenti per territorio, che per l'esecuzione si possono avvalere del contributo di Medici Veterinari strutturati e convenzionati o di Medici Veterinari libero professionisti.
 
Vengono esclusi dall’obbligo di vaccinazione gli animali sensibili che:

  • si muovono all’interno delle province marchigiane, purché ne sia garantita la tracciabilità;
     
  • sono destinati alla diretta macellazione nel territorio nazionale presso gli stabilimenti di macellazione designati;
     
  • sono di età inferiore ai 90 giorni o si muovono attraverso le stalle che rispondono ai requisiti di “stazioni di quarantena”, nel rispetto della normativa;

Inoltre viene consentita la macellazione immediata (entro 24 ore dall’arrivo) degli animali sensibili presso gli stabilimenti di macellazione della Regione Marche, anche se non designati, a condizione che provengano da aziende regionali, che  non presentino segni clinici della malattia il giorno del trasporto e  che i mezzi di trasporto e gli animali vengano trattati con sostante repellenti per gli insetti vettori della malattia.

 

Autore : Dr. G. Iacchia 

Data di pubblicazione 13/10/2014 

Stampa
Categorie: Blue Tongue
Tag:
Valutazioni:
Nessuna valutazione

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Nome:
Email:
Oggetto:
Messaggio:
x