X
GO

Sostegno alle imprese zootecniche colpite da Blue tongue

  • 12 febbraio 2018
  • Autore: Redazione VeSA
  • Visualizzazioni: 507
  • 0 Commenti
Sostegno alle imprese zootecniche colpite da Blue tongue

In data 29/01/2018, la Giunta della Regione Marche, con la delibera n. 61, ha approvato degli interventi straordinari a sostegno delle imprese zootecniche colpite dalla Blue tongue (Febbre catarrale degli ovini), nel territorio regionale, nel periodo 2014/2015.

In particolare, l'epidemia di Blue tongue sierotipo 1, che dal secondo semestre 2014 ha colpito la Regione Marche, si è manifestata in forma clinica in qualche decina di allevamenti ovi-caprini, con particolare incidenza nella zona di Macerata, Ascoli Piceno, Fermo e successivamente ha interessato anche le Province di Ancona e Pesaro-Urbino.

In genere gli ovi-caprini colpiti dalla malattia mostrano sintomi gravi: forte stato febbrile, petecchie emorragiche, edema e congestione agli arti, alla testa e all'apparato respiratorio mentre i bovini infettati non sviluppano sintomi clinici ma possono fungere da serbatoio per la malattia.

I danni provocati nel settore zootecnico sono quindi stati diretti (mortalità, calo della produzione di latte, e costi di smalti mento degli animali morti attraverso ditte autorizzate) e indiretti (restrizioni delle movimentazioni degli animali sensibili alla Blue tongue e della commercializzazione dei loro prodotti alimentari derivati).

Nella Regione Marche è stato finora calcolato che 451 capi sono morti a causa della Blue tongue e gli allevatori colpiti sono diverse decine e potenzialmente in grado di dimostrare mortalità certificate ASUR da Blue tongue fino a circa 1.000 capi.

Con questa ordinanza quindi la Regione Marche si propone di intervenire sui danni causati dall'insorgere delle malattia agli allevatori di ovicaprini compensando gli animali morti nel periodo di insorgenza della malattia fino alla revoca del blocco della movimentazione degli animali o in alternativa compensando le perdite di reddito registrate dagli stessi allevatori a partire dalla revoca del blocco della movimentazione degli animali, compreso il periodo precedente allo stesso, dovute all'obbligo di quarantena e alle difficoltà di ripopolamento del gregge.

In particolare la cifra stanziata con il provvedimento è pari a € 100.000,00 e fa carico alle risorse regionali iscritte nel bilancio 2018/2020 (annualità 2018: 50.000 e annualità 2020 50.000€). Eventuali ulteriori risorse stanziate incrementeranno la dotazione dell'aiuto fino all'importo massimo previsto di € 200.000.

Per un maggiore approfondimento si rimanda alla Delibera n. 61 del 29/01/2018 della Regione Marche.

Autore: Dott. Stefano Gabrio Manciola

Stampa
Categorie: Blue Tongue
Tag:
Valutazioni:
Nessuna valutazione

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Nome:
Email:
Oggetto:
Messaggio:
x