X
GO

NUOVO CODICE DI CONDOTTA PER I VETERINARI EUROPEI

  • 12 novembre 2019
  • Autore: Redazione VeSA
  • Visualizzazioni: 72
  • 0 Commenti

Ad Ottobre 2019 la FVE (Federation of Veterinarians of Europe) ha pubblicato il NUOVO CODICE DI CONDOTTA PER I VETERINARI EUROPEI.

Come dichiara Rens van Dobbenburgh, Presidente della FVE “la società è in continua evoluzione, così come la professione veterinaria, pertanto nel 2019 è stata necessaria una revisione del documento redatto nel 2012”.

Il Codice di condotta veterinaria europeo è quindi un insieme di norme che specificano l'etica e i principi di condotta professionale che tutti i veterinari dovrebbero seguire in modo da garantire che:

1. i veterinari forniscano servizi di alta qualità a beneficio della salute e del benessere degli animali, della salute pubblica e dell'ambiente;

2. i loro clienti e la società possano avere fiducia nei servizi forniti dai veterinari.

Con questo codice inoltre la FVE mira a garantire una maggiore convergenza delle regole professionali a livello europeo. Sarebbe quindi opportuno che il codice venga recepito all'interno dei codici deontologici nazionali ma non è giuridicamente vincolante, a meno che la legislazione nazionale non lo preveda.

Nel codice vengono presi in considerazione e analizzati alcuni aspetti fondamentali della professione come ad esempio il rapporto del veterinario con i pazienti, i proprietari, i colleghi, le autorità competenti e la società, il corretto utilizzo dei medicinali e la relazione con l’ambiente.

Si analizzano quindi le capacità, la formazione e le competenze che i veterinari dovrebbero avere e infine viene data la definizione di Veterinary act (atto medico veterinario).

Nel documento viene inoltre introdotto il concetto “One Health” che riconosce che la salute delle persone, degli animali e gli ecosistemi sono interconnessi. Si promuove quindi l'applicazione  di un approccio collaborativo, multidisciplinare, intersettoriale e coordinato fra veterinari, medici e altri professionisti della scienza, della salute e dell'ambiente.

Indispensabile a tal proposito una efficace comunicazione e collaborazione con altri operatori sanitari, con il settore pubblico e con quello privato.

Il Presidente FVE conclude dichiarando: “Spero davvero che questo Codice serva tutti coloro che sono interessati alla salute e al benessere di animali e persone”.

 

Autore: Dott. Stefano Gabrio Manciola

Stampa
Categorie: Documentazione
Tag:
Valutazioni:
Nessuna valutazione

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Nome:
Email:
Oggetto:
Messaggio:
x