X
GO

BSE: l’Italia riconosciuta dall’UE Paese a rischio trascurabile

  • 13 luglio 2013
  • Autore: Redazione VeSA
  • Visualizzazioni: 930
  • 0 Commenti


Il Ministero della Salute con il comunicato n.155 riferisce che Il Comitato permanente della catena alimentare dell'Unione europea ha votato all'unanimità la decisione che riconosce l'Italia come Paese a rischio trascurabile per la Encefalopatia Spongiforme bovina (BSE).

Il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha dichiarato "Una buona notizia che ripaga i tanti sforzi del Ministero della Salute, dei Servizi veterinari regionali e delle ASL, nonché dei laboratori degli Istituti Zooprofilattici che con estrema serietà e rigore hanno controllato milioni di capi bovini ed ovini sia al macello che negli allevamenti. Un impegno di risorse economiche ed umane che è stato riconosciuto e ciò servirà anche ad ampliare la gamma dei prodotti a base di carne esportabili".

Il Comitato permanente per la catena alimentare e la salute degli animali (SCFCAH) si occupa di tutta la filiera alimentare, dalla salute degli animali da allevamento al prodotto che finisce sulla tavola dei consumatori, aiutando l'Unione europea ad affrontare in modo efficace i rischi sanitari legati ad ogni fase della catena produttiva. E' presieduto da un rappresentante della Commissione europea.


Leggi il comunicato del Ministero della Salute n.155 del 12/07/2013

Leggi l’articolo BSE: sospesi in Italia i test sui bovini regolarmente macellati dal 1 luglio 2013

Leggi l’approfondimento inerente le Encefalopatie spongiformi trasmissibili (EST o TSE)



Autore: Dr. A. Massi
 
Ultima modifica: 12 luglio 2013
 
Stampa
Tag:
Valutazioni:
Nessuna valutazione

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Nome:
Email:
Oggetto:
Messaggio:
x