X
GO

IL CONTROLLO SULLA PRODUZIONE, DISTRIBUZIONE ED UTILIZZO DEL FAMACO VETERINARIO NELLA REGIONE MARCHE

  • 17 marzo 2016
  • Autore: Redazione VeSA
  • Visualizzazioni: 921
  • 0 Commenti


La produzione, la distribuzione e l’utilizzo del farmaco veterinario sono sottoposti a controllo ufficiale da parte dei Servizi di Igiene degli Allevamenti e delle Produzioni Zootecniche della Azienda Sanitaria Unica Regionale. Il sistema delle verifiche è volto a garantire il mantenimento dello stato di salute e di benessere degli animali, nonché la tutela della salute pubblica attraverso la salubrità degli alimenti di origine animale.

La distribuzione e l’utilizzazione dei farmaci negli animali debbono essere sempre sotto il controllo del medico veterinario. Ciò non solo per contrastare l’abuso nell’impiego dei farmaci veterinari ma anche l’uso illegale di farmaci. Si tratta di situazioni di rischio oggetto di costante sorveglianza da parte dei Servizi Veterinari pubblici, i quali operano in rete su direttive emanate dal Ministero della Salute e dall’Unione Europea.

Per prevenire i rischi derivanti da uno scorretto o fraudolento impiego dei medicinali veterinari si attua un sistema di controllo sulla produzione, sulla commercializzazione e sull’utilizzo del farmaco veterinario attraverso azioni di farmacovigilanza e farmacosorveglianza.

 

Farmacovigilanza

La farmacovigilanza comprende la segnalazione, la raccolta e l’analisi delle reazioni “avverse” ai farmaci, cioè le risposte nocive e/o indesiderate ad un medicinale, tra le quali va inclusa anche la mancanza dell’effetto terapeutico o profilattico, a tutela della salute e del benessere degli animali.

Nel 2014 c’è stata un’unica segnalazione relativa ad effetti avversi conseguenti all’utilizzo di medicinali veterinari negli animali (animali d’affezione), mentre nessun caso si è verificato nel 2013.

 

Farmacosorveglianza

La farmacosorveglianza è finalizzata alla tutela della salute pubblica e si realizza vigilando sulle modalità di produzione, commercializzazione e utilizzazione del farmaco. Sono sottoposti a sorveglianza da parte dei Servizi di Igiene degli Allevamenti e delle Produzioni Zootecniche i produttori, i distributori di medicinali (grossisti e farmacie), gli allevamenti e i medici veterinari, mediante ispezioni con frequenza minima definita dalla normativa vigente. Nell’ambito del controllo vengono verificate la tracciabilità del farmaco veterinario, le modalità di prescrizione, di conservazione e di somministrazione del farmaco, mentre in allevamento viene verificato il rispetto del “tempo di sospensione” specifico per ogni farmaco.

Queste attività sono svolte in linea con quanto definito dalla normativa nazionale ed europea e la problematica dei residui è affrontata tenendo conto del Regolamento della Commissione n.37/2010, il quale fornisce l’elenco delle sostanze farmacologicamente attive e loro classificazione per quanto riguarda i limiti massimi di residui (LMR) tollerati negli alimenti di origine animale, e del Decreto Legislativo 158/06 che stabilisce i criteri per l’autocontrollo, i controlli ufficiali e i piani di sorveglianza sui residui dei medicinali veterinari autorizzati e delle sostanze non autorizzate.

La tabella 1 riporta sinteticamente i controlli eseguiti dai servizi competenti nell’anno 2013/2014 presso le strutture soggette a farmacosorveglianza.

Tabella 1 Controlli di farmacosorveglianza eseguiti


2013

2014

Presenti

N° 

ispezioni

N° violazioni

Operatori da

ispezionare

N° 

ispezioni

N° violazioni

Grossisti di medicinali veterinari 

(art 66, D.Lgs. 193/2006)

9

8

10

10

Grossisti autorizzati alla vendita diretta di medicinali 

(art 70, D.Lgs. 193/2006)

15

20

15

16

Ditte produttrici di medicinali veterinari

-

-

-

-

Fabbricanti di premiscele vendita diretta 

(art 70, D.Lgs. 193/2006)

-

-

-

-

Vendita al dettaglio e all'ingrosso di medicinali 

veterinari di cui all'art. 90 D.Lgs. 193/2006

327

111

37

40

Ambulatori / cliniche

227

58

85

82

1

Medici veterinari autorizzati a detenere scorte

112

29

33

34

Allevamenti bovini

Con scorte di medicinali vet.

27

26

24

24

Senza scorte

5887

283

322

324

Allevamenti suini

Con scorte di medicinali vet.

13

12

12

12

Senza scorte

10562

169

142

142

Allevamenti di equidi

Con scorte di medicinali vet.

-

-

-

-

Senza scorte

4144

67

48

49

Allevamenti ittici

Con scorte di medicinali vet.

-

-

-

-

Senza scorte

21

13

14

14

Allevamenti avicoli

Con scorte di medicinali vet.

3

3

3

3

Senza scorte

622

226

167

170

1

Allevamenti cunicoli

Con scorte di medicinali vet.

-

-

-

-

Senza scorte

104

45

20

20

Allevamenti ovi-caprini

Con scorte di medicinali vet.

-

-

-

-

Senza scorte

5146

175

177

180

Ippodromi, maneggi, scuderie

Con scorte di medicinali vet.

-

-

-

-

Senza scorte

522

36

41

45

Canili / gattili

48

28

23

23

Apiari

1541

17

11

14

Altre specie animali destinate alla 

produzione di alimenti

Con scorte di medicinali vet.

-

-

-

-

Senza scorte

387

61

59

59

Farmacie – vendita medicinali vet.

441

95

43

54

Parafarmacie – vendita medicinali vet.

44

18

-

-


La tabella 2 riporta il numero di prescrizioni pervenute ai servizi competenti e il numero medio di prescrizioni/anno per allevamento negli anni 2013 e 2014.

Tabella 2 Numero di prescrizioni di medicinali veterinari ricevute dai servizi territoriali

 

2013

2014

Prescrizioni pervenute

Per animali da reddito

10535

13872

Mangimi medicati e prodotti intermedi

2034

1767

Scorte proprie del veterinario

3858

5178

Scorte di impianto

804

1091

Totale prescrizioni

17231

21908

n. medio prescrizioni/anno per allevamento:

Bovina:

0,42

0,53

Suina:

0,26

0,34

Avicola:

3,88

0,42

Ovi-caprina:

0,15

0,19

Cunicola:

9,60

0,32

Equina:

0,19

0,35

Acquacoltura:

0,04

0,04

Apiario:

0

0,07

Cani-gatti

4,58

0,17

Stampa
Tag:
Valutazioni:
Nessuna valutazione

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Nome:
Email:
Oggetto:
Messaggio:
x