X
GO

Gli aiuti della PAC nel settore delle produzioni animali

I criteri di gestione obbligatoria

  • 11 febbraio 2019
  • Autore: Redazione VeSA
  • Visualizzazioni: 168
  • 0 Commenti
Gli aiuti della PAC nel settore delle produzioni animali

Premessa - Le aziende che richiedono e accedono ad aiuti nell’ambito della Politica Agricola Comune (PAC), sono tenute a rispettare un insieme di criteri, norme e requisiti di base, costituenti le baseline, che sono in grado di garantire al consumatore finale prodotti sani, sicuri e sostenibili.

Il rispetto di quanto definito dai Criteri di Gestione Obbligatoria (CGO) per le produzioni animali si incardina su una base normativa in materia di identificazione, registrazione, tracciabilità e sicurezza alimentare, tutela della salute e del benessere animale. Ciò premesso va a costituire la "Condizionalità", che può essere definita come un insieme di regole per una gestione dell' azienda agricola rispettosa dell'ambiente e attenta alla salubrità dei prodotti e del benessere degli animali allevati, rappresenta uno dei principali pilastri della Politica Agricola Comunitaria. Attiva dal 2005, essa si articola in una serie di impegni, definiti dagli "Atti" e dalle "Norme", presenti negli allegati III e IV del Reg. CE 1782/2003 (sostituiti dagli allegati II e III del regolamento CE 73/09), riguardanti rispettivamente i Criteri di Gestione Obbligatori (CGO) e le Buone Condizioni Agronomiche e Ambientali (BCAA).

Controlli - I controlli sulla corretta applicazione degli impegni scritti in premessa vengono organizzati a livello territoriale dalle Aziende Sanitarie Locali, dall’Organismo Pagatore che eroga aiuti comunitari, dagli Organi di Polizia Giudiziaria e da altri Enti Competenti. I controlli che i Servizi Veterinari regionali svolgono nelle aziende agricole sono effettuati nel rispetto delle norme e delle procedure di controllo, e tracciati in liste di controllo ufficiali (check –list) il cui riscontro è possibile all’interno del portale dei Sistemi Informativi Veterinari.

Per quanto concerne la produzione animale i criteri di gestione obbligatoria (CGO) da rispettare sono i seguenti:

 

  • Rintracciabilità
  • Registrazioni dei trattamenti veterinari e delle analisi
  • Gestione dei medicinali veterinari e altre sostanze
  • Allevamento e commercializzazione
  • Prevenzione della diffusione di malattie
  • Locali ed impianti idonei per la gestione del latte
     
  • CGO 5 Divieto di utilizzo di talune sostanze
  • Detenzione e somministrazione medicinali
  • Commercializzazione di animali e prodotti da essi derivati
  • Registrazione dei trattamenti e rispetto dei tempi di sospensione
     
  • CGO 6 Identificazione e registrazione dei suini
  • Registrazione dell’azienda agricola in BDN (Banca Dati Nazionale)
  • Identificazione e registrazione dei capi
  • Tenuta registro aziendale, comunicazione consistenza dell’allevamento
     
  • CGO 7 Identificazione e registrazione dei Bovini e Bufalini
  • Registrazione dell’agricola in BDN
  • Identificazione e registrazione dei capi
  • Tenuta del registro aziendale e aggiornamento della BDN
  • Movimentazione dei capi, decessi, furti e smarrimenti
     
  • CGO 8 Identificazione e registrazione degli Ovini e Caprini
  • Registrazione dell’azienda agricola in BDN
  • Identificazione dei Capi
  • Tenuta e aggiornamento del registro aziendale, comunicazione della consistenza dell’allevamento.
     
  • CGO 9 Prevenzione, controllo, eradicazione di alcune encefalopatie
  • Animali di allevamento ruminati
  • Animali di allevamento non ruminati
     
  • CGO 11 Norme minime per la produzione di vitelli
  • Requisiti del personale e ispezioni
  • Tenuta dei registri
  • Libertà di movimento e spazio disponibile
  • Edifici e locali di stabulazione
  • Attrezzature automatiche e meccaniche
  • Alimentazione, abbeveraggio e altre sostanze
  • Mutilazioni
  • Procedure dell’allevamento
     
  • CGO 12 Norme minime per la protezione dei suini
  • Requisiti del personale e ispezioni
  • Edifici e locali di stabulazione
  • Alimentazione, abbeveraggio e altre sostanze
  • Mutilazioni
  • Procedure d’allevamento
     
  • CGO 13 Protezione degli animali negli allevamenti
  • Requisiti del personale ed ispezioni
  • Tenuta dei registri
  • Libertà di movimento e spazio disponibile
  • Edifici e locali di stabulazione
  • Attrezzature automatiche e meccaniche
  • Alimentazione, abbeveraggio e altre sostanze
  • Mutilazioni
  • Procedure di allevamento

 

 

Il rispetto delle norme assicura che le aziende agricole siano in grado di garantire prodotti sani, sicuri e sostenibili, e al contempo di evitare di incorrere in sanzioni amministrative erogate dagli Enti competenti ed eventuali riduzioni o esclusioni dagli aiuti comunitari.

 

Fonte: politecheagricole.gov.it

Autori:

Monica Neroni

Marco Canalini

 

Ultima modifica: 08  febbraio 2019

 

Stampa

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Nome:
Email:
Oggetto:
Messaggio:
x