X
GO

UN NUOVO MODO DI FORMARE ED INFORMARE

  • 16 novembre 2018
  • Autore: Redazione VeSA
  • Visualizzazioni: 116
  • 0 Commenti

Una lodevole iniziativa di un’ impresa alimentare dell’AV4 di Fermo

Il giorno 26 febbraio 2018 presso un’Impresa Alimentare riconosciuta, situata nel territorio dell’Area Vasta N.4 di Fermo,  si è tenuto un incontro particolare.

La Ditta, fondata  nel 1990 e gestita tuttora dai due Soci fondatori, produce gelati artigianali e li fornisce a bar, ristoranti e gelaterie. Ovviamente l’attività è concentrata prevalentemente nella stagione primaverile/estiva. 

Durante questo periodo il lavoro risulta particolarmente intenso e lascia poco spazio e tempo per  poter  fornire consigli ed informazioni circa i prodotti commercializzati, la loro gestione e conservazione presso gli esercizi di vendita. Infatti i Clienti spesso richiedono suggerimenti su come intervenire in seguito  a sbalzi delle temperature di mantenimento dei gelati  ed a  modifiche delle loro caratteristiche organolettiche, come  l’aspetto, la consistenza ed il gusto.

 

I Titolari, pur disponibili a fornire chiarimenti, non sempre hanno il tempo necessario per elargire risposte esaudienti e soddisfacenti come vorrebbero a causa della pressione produttiva stagionale.

 

Proprio per accontentare le richieste dei  vari Operatori e per evitare rallentamenti  alla produzione durante la stagione estiva è scaturita l’idea di fornire un servizio completo alla Clientela e, per farlo in maniera esauriente e valida, si è scelto un periodo di “pace lavorativa”, la stagione invernale, quando gli Operatori hanno più tempo a disposizione e sono più predisposti a recepire proposte e suggerimenti.

 L’incontro, organizzato all’interno dei locali di produzione, si è articolato in tre step:

  • All’inizio è stata fatta una carrellata veloce , da parte dei Titolari, di tutta la produzione con un richiamo alla fase produttiva del gelato, con la descrizione  di tutte le attrezzature utilizzate e la spiegazione/dimostrazione delle modalità di funzionamento.
  • Successivamente è intervenuto il Tecnico frigorista che si occupa del controllo e della manutenzione delle apparecchiature frigorifere presso lo Stabilimento. Ha fornito consigli e suggerimenti riguardo lo stoccaggio e la conservazione dei prodotti  con un preciso richiamo alla gestione delle temperature durante il periodo estivo. In particolare si sono date indicazioni circa il posizionamento, all’interno delle diverse attività ( chioschi, chalet, ristoranti), dei frigoriferi di stoccaggio ma soprattutto delle vetrine espositrici, spesso sistemate in luoghi ben visibili ai clienti ma poco protetti dall’irraggiamento del sole e dalle alte temperature. Il Tecnico ha richiamato le corrette modalità di conservazione e fornito  consigli utilissimi anche per evitare il fenomeno dell’ossidazione che è il rischio più frequente a cui vanno incontro i gelati in vaschetta, soprattutto se esposto per lunghi periodi. Infatti luce, sbalzi di temperatura e ricircolo interno dell’aria possono avere effetti negativi sul gelato, con perdita di freschezza e volume. 
  • Infine la parola è passata al Veterinario Ufficiale che prima ha relazionato circa le attività di Controllo Ufficiale  effettuate presso lo Stabilimento, quali verifiche strutturali, prelievo di campioni e valutazione delle procedure in autocontrollo. Inoltre, vista la platea così eterogenea per la partecipazione di varie tipologie di Operatori, si è ritenuto opportuno integrare l‘intervento richiamando le operazioni effettuate,  in fase di controllo e vigilanza, presso le Strutture registrate.  Tutti i presenti si sono mostrati particolarmente interessati e molti di loro hanno contribuito a vivacizzare l’incontro con interventi e domande, soffermandosi soprattutto su aspetti pratici nella gestione delle diverse attività. 

Indubbiamente si è trattato di  un’ iniziativa meritevole che ha dimostrato come gli Operatori, nel tempo, hanno recepito l’importanza della condivisione di informazioni ed esperienze. Questo incontro porterà sicuramente miglioramenti e vantaggi lavorativo-gestionali e - perché no? - anche economici alle diverse Categorie coinvolte.

 

Dott.ssa Gabriela Ciccaleni

Stampa
Tag:
Valutazioni:
5.0

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Nome:
Email:
Oggetto:
Messaggio:
x