X
GO

Principale normativa regionale di riferimento per il riconoscimento degli stabilimenti

  • 21 dicembre 2013
  • Autore: Redazione VeSA
  • Visualizzazioni: 690
  • 0 Commenti


RIEPILOGO DELLA PRINCIPALE NORMATIVA REGIONALE DI SETTORE RELATIVA AL RICONOSCIMENTO DEGLI STABILIMENTI


ADDITIVI ALIMENTARI, AROMI ED ENZIMI ALIMENTARI   

Decreto Dirigente P.F. Veterinaria e Sicurezza Alimentare n.142/VSA del 21/10/2013
“ Riconoscimento degli stabilimenti che svolgono attività di produzione, commercializzazione e deposito ai fini della commercializzazione degli additivi alimentari degli aromi e degli enzimi alimentari “

 

PRODOTTI DI ORIGINE ANIMALE


Nuove procedure di riconoscimento per gli stabilimenti che trattano prodotti di origine animale: Decreto del Dirigente della P.F. Veterinaria e Sicurezza Alimentare n. 255/VSA_04 del 25 ottobre 2006


Procedure di riconoscimento degli stabilimenti che trattano prodotti di origine animale : il Decreto Dir. N. 4/2009 modifica la modulistica


Stabilimenti di macellazione : D.G. R. 1366/2007 relativa a deroghe e norme transitorie

 

ALIMENTI DESTINATI AD ALIMENTAZIONE PARTICOLARE, INTEGRATORI ALIMENTARI E ALIMENTI ADDIZIONATI DI VITAMINE E MINERALI

Procedure di riconoscimento degli stabilimenti che producono e/o confezionano alimenti destinati ad alimentazione particolare, integratori alimentari e alimenti addizionati di vitamine e minerali.


Decreto Dirigente P.F. Veterinaria e Sicurezza Alimentare n.55 del 28/03/2013
 
“Autorizzazione degli stabilimenti che producono, trasformano, e/o confezionano: alimenti destinati ad una alimentazione particolare, integratori alimentari, alimenti addizionati di vitamine e minerali”

 
 


NOTE ed INDICAZIONI PER GLI OPERATORI SANITARI

(la sezione è al momento visibile solo dopo aver inserito username e password nell’apposita finestra di login presente in homepage)


Nota Dirigente P.F. Veterinaria e Sicurezza Alimentare prot.D/2/399401 del 24/07/08 Indicazioni relative ai requisiti minimi per il rilascio del riconoscimento ai sensi del Reg. n.853/2004 agli stabilimenti di macellazione e sezionamento a ridotta capacità produttiva

 

 

Ultima modifica: 21 dicembre 2013
 

Stampa
Tag:
Valutazioni:
Nessuna valutazione

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Nome:
Email:
Oggetto:
Messaggio:
x