X
GO

Il Comitato Permanente Residui della UE vota le modifiche dei limiti massimi di antiparassitari nei prodotti destinati al consumo umano o animale Regolamento (CE) n.396/2005

  • 9 settembre 2014
  • Autore: Redazione VeSA
  • Visualizzazioni: 684
  • 0 Commenti

 

Sono state approvate a Bruxelles alcune modifiche agli allegati II, III e V del Regolamento (CE) n.396/2005 del Parlamento Europeo e del Consiglio per quanto riguarda i limiti massimi di residui (LMR)
Per LMR si intende il livello più alto di un residuo per un pesticida legalmente tollerato negli alimenti o nei mangimi.
La finalità è garantire che la quantità di residui di antiparassitari presente negli alimenti sia sicura per i consumatori e più bassa possibile.

Nell’imminenza della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea di tali regolamenti modificati, la Direzione generale per l’igiene e la Sicurezza degli Alimenti e della Nutrizione (D.G.I.S.A.N. ufficio VII –Prodotti fitosanitari) ha indirizzato una nota alle imprese ed associazioni interessate perché provvedano all’adeguamento delle autorizzazioni nazionali dei prodotti  il cui LMR è stato sottoposto a modifica.

Per controllare i limiti di antiparassitari contenuti nel cibo è disponibile una banca dati on-line  (EU pesticide database).
 

Fonte:

Commissione europea

Europa. Sintesi della legislazione dell’ UE  




Autore:
Dott.ssa G. Pelagalli
 

 

Data di pubblicazione 09 settembre 2014
 

Stampa
Tag:
Valutazioni:
Nessuna valutazione

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Nome:
Email:
Oggetto:
Messaggio:
x