X
GO

I CONTROLLI SULLA RIPRODUZIONE ANIMALE NELLA REGIONE MARCHE

  • 9 dicembre 2015
  • Autore: Redazione VeSA
  • Visualizzazioni: 889
  • 0 Commenti

 

Riproducione miniatura parto bovino

 

Le attuali disposizioni normative prevedono che i riproduttori adibiti alla riproduzione naturale o artificiale devono essere sottoposti a controlli sanitari al fine di evitare la diffusione di malattie infettive attraverso la riproduzione, il materiale seminale, gli ovuli o gli embrioni.

Nel momento della riproduzione, soprattutto se naturale, va anche controllato il benessere degli animali e intraprese le iniziative ritenute opportune per evitare che gli animali possono ferirsi durante l’accoppiamento.



Situazione attuale

Attualmente la Regione Marche attraverso i competenti servizi dell’Assessorato all’Agricoltura emana decreti con cui vengono autorizzati i riproduttori maschi e le stazioni di monta naturale e i centri per la riproduzione artificiale.

I riproduttori sono così distribuiti (dato 2013):

Tabella 1

Provincia

Specie

Numero

Ancona

Equidi

13

Ascoli Piceno e Fermo

Equidi

11

Macerata

Equidi

25

Tori

5

Pesaro e Urbino

Equidi

71

Le stazioni di monta:

Tabella 2

Provincia

Specie

Numero

Ancona

Equidi

7

Ascoli Piceno e Fermo

Equidi

9

Macerata

Equidi

32

Bovina

3

Pesaro e Urbino

Equidi

83

I gruppi di raccolta degli embrioni:

Tabella 3

Provincia

Specie

Numero

Macerata

Equina

2

    Strutture per la fecondazione artificiale dei suini:

Tabella 4

                Provincia

Tipologia

Numero

Ancona

Centro di produzione

2

Recapito

1

Ascoli Piceno e Fermo

Recapito

1

Azienda

2

Macerata

Azienda

1

Recapito

2

Stampa
Categorie: Riproduzione
Tag:
Valutazioni:
Nessuna valutazione

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Nome:
Email:
Oggetto:
Messaggio:
x