X
GO

BDA: registrazione di apicoltori extranazionali se apiari detenuti in Italia

  • 20 giugno 2019
  • Autore: Redazione VeSA
  • Visualizzazioni: 67
  • 0 Commenti

La DGSAF, con una nota del 13/06/2019, fornisce indicazioni circa la necessità di registrazione in Banca Dati Apistica (BDA) di apiari detenuti nel territorio nazionale  da apicoltori non residenti in Italia.

In particolare il Ministero chiarisce che gli apicoltori con residenza o sede legale extranazionale, che intendono effettuare attività di apicoltura in Italia, devono essere registrati con residenza estera nella Sezione Anagrafica Persone della BDA e devono richiedere l'attribuzione del codice identificativo univoco (codice aziendale).

L’assegnazione del codice è di competenza del Servizio Veterinario territorialmente competente sull’apiario con maggiore consistenza tra quelli dell’allevamento registrato.

In ultimo si sottolinea che l'assegnazione del codice identificativo univoco è propedeutica alle comunicazioni alla BDA degli eventi relativi agli allevamenti, comunicazioni che dovranno essere effettuate dall’apicoltore secondo la normativa vigente in Italia.

Autore: Dott. Stefano Gabrio Manciola

 

Stampa
Categorie: Sanità animale
Tag:
Valutazioni:
Nessuna valutazione

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Nome:
Email:
Oggetto:
Messaggio:
x