X
GO

Rendicontazioni malattie animali, anno 2019

Nota DGSAF 2162 del 30/01/2020

Con una nota del 30 Gennaio 2020 la DGFAF informa che la Commissione Europea, con la Grant Decision SANTE n. 798240 del 31/01/2019, ha approvato i programmi annuali, ed il relativo contributo finanziario, presentati dall’Italia per l’eradicazione di alcune malattie animali nel 2019.

Per beneficiare dei contributi europei, la Commissione richiede dati e informazioni specifiche per ciascuna malattia.

Si sollecitano quindi tutti gli Enti interessati, ciascuno per la parte di propria competenza, a caricare sul Sistema informativo rendicontazioni (SIR) di Teramo i dati e le informazioni richieste per le seguenti malattie:

1. Malattia vescicolare del suino,

2. TSE,

3. Bluetongue (SIR aperto per la rendicontazione dal 05/02/2020),

4. Brucellosi bovina-bufalina,

5. Brucellosi ovi-caprina,

6. Tubercolosi bovina e bufalina,

7. Leucosi bovina enzootica,

8. Influenza aviaria,

9. Salmonellosi aviarie (SIR aperto per la rendicontazione dal 07/02/2020),

10. Aujeszky (SIR aperto per la rendicontazione dal 21/02/2020),

11. Peste suina africana (SIR aperto per la rendicontazione dal 21/02/2020),

12. Peste suina classica (SIR aperto per la rendicontazione dal 21/02/2020).

Tali registrazioni dovranno essere completate entro il 25 Marzo 2020.

Nella nota vengono quindi indicate altre scadenze da rispettare:

a) per gli obiettivi dei Piani 2021 per Brucellosi bovina-bufalina e Brucellosi ovi-caprina, Tubercolosi bovina e bufalina, la scadenza è il 5 Aprile 2020.
b) per la trasmissione delle relazioni delle attività dei programmi 2019 e 2021 (questi ultimi solo per i territori non Ufficialmente indenni) la scadenza è il 20 Aprile 2020.
c) per le TSE è sempre prevista la scadenza 1 Aprile 2020 (reportistica dei dati e delle spese rimborsate per gli animali eliminati per focolai) i cui dati dovranno presentare un elevato grado di precisione e completezza. Per tale motivo, il Ministero della Salute invita a verificare con i rispettivi servizi territoriali l’invio degli stessi.
d) relativamente al programma di sorveglianza Influenza Aviaria, le modalità di invio dati all’Istituto Zooprofilattico delle Venezie, sede del Centro di Referenza Nazionale per l’Influenza aviaria, restano invariate rispetto agli anni precedenti.

Le istruzioni per la compilazione sono disponibili nella sezione documentazione dell'applicativo (SIR, menù istruzioni), fermo restando eventuali comunicazioni dirette da parte della DGSAF nel caso in cui la Commissione UE richieda informazioni aggiuntive a supporto dei dati da dichiarare e/o già comunicati.

Infine nella nota si indica che, per quanto riguarda i giustificativi delle spese ammissibili dichiarate, gli Enti devono predisporre tutta la documentazione necessaria e renderla prontamente disponibile a fronte di ogni possibile richiesta.

Le attività rendicontate e le relative spese dovranno naturalmente essere congruenti con il patrimonio zootecnico territoriale dichiarato per ciascuna specie e tipologia produttiva, con le analisi sostenute, con le positività riscontrate, con le date di applicazione delle misure e con le date di effettivo pagamento degli indennizzi.

Le informazioni dichiarate nel SIR saranno utilizzate, oltre che per poter ottenere il cofinanziamento UE delle spese dichiarate, anche per valutare l’applicazione dei piani cofinanziati sul territorio nazionale.

 

Autore: Dott. Stefano Gabrio Manciola

 

Stampa
Categorie: Sanità animale
Tag:
Valutazioni:
Nessuna valutazione

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Nome:
Email:
Oggetto:
Messaggio:
x