X
GO

CORSO DI FORMAZIONE - APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA EUROPEA E NAZIONALE IN MATERIA DI CONDIZIONALITA’

  • 6 agosto 2019
  • Autore: Redazione VeSA
  • Visualizzazioni: 469
  • 0 Commenti

La "Condizionalità", uno dei principali pilastri della Politica Agricola Comunitaria, può essere definita come un insieme di regole per una gestione dell' azienda agricola rispettosa dell'ambiente e attenta alla salubrità dei prodotti e del benessere degli animali allevati. Attiva dal 2005, essa si articola in una serie di impegni, definiti dagli "Atti" e dalle "Norme", presenti negli allegati III e IV del Reg. CE 1782/2003 (sostituiti dagli allegati II e III del regolamento CE 73/09), riguardanti rispettivamente i Criteri di Gestione Obbligatori (CGO) e le Buone Condizioni Agronomiche e Ambientali (BCAA).
Una delle caratteristiche peculiari della "Condizionalità" è la multidisciplinarietà, in quanto mette in relazione il fatto produttivo agricolo con le tematiche ambientali e sanitarie, ponendo al centro la salvaguardia delle risorse primarie come il suolo, l'acqua, il paesaggio. In Italia, l'applicazione del sistema della Condizionalità è stato affidato all'AGEA come Organismo di Coordinamento degli Organismi Pagatori, incaricati questi ultimi di eseguire i controlli ed applicare le sanzioni sui pagamenti agricoli, nei casi in cui siano riscontrate non conformità. Una parte dei controlli della “Condizionalità” sono affidati ai Servizi Veterinari delle Regioni e delle Aziende Sanitarie Locali.

Il Sistema Integrato di Controllo della Condizionalità ha l'obiettivo di "mettere a sistema" la condizionalità, implementando i complessi regolamenti comunitari e trovando modi di comunicazione e scambio di dati all'interno dell'articolato mondo delle competenze nazionali e regionali degli ambiti dell' agricoltura, dell' ambiente e della salute. .

Il corso è dedicato al personale del sistema sanitario regionale coinvolto nelle attività di controllo ufficiale in sicurezza alimentare e sanità pubblica veterinaria a cui sono demandati anche i compiti dei controllo in tema di condizionalità. L’obiettivo è quello di fornire le informazioni necessarie per eseguire in modo efficace ed efficiente i previsti controlli.

ASUR Marche

CORSO DI FORMAZIONE

Applicazione della Normativa Europea e Nazionale in materia di Condizionalità

SEDE E ORARIO: entrambe le edizioni si svolgeranno c/o la “Sala Verde di Palazzo Leopardi”

REGIONE MARCHE - via Tiziano ANCONA - 8.30 -14.30

 

PROGRAMMA

Registrazione partecipanti dalle ore 8.00 alle ore 8.30

(NON va conteggiato come orario ECM)

DATA

ORA DI INIZIO

ORA DI FINE

DOCENTE

TITOLO RELAZIONE

METODOLOGIA
DIDATTICA

1^ edizione 19 Settembre 2019

8.30

10.30

Paolo Antonioni

La PAC ed i controlli di Agea

Lezioni e relazioni su tema preordinato

10.30

12.30

Roberto Gatto

Il regime di Condizionalità nella Regione Marche ; applicazione attuale e futura

 

Lezioni e relazioni su tema preordinato

12.30

14.30

Antonio Di Luca

I Servizi Veterinari e la condizionalità: compiti e responsabilità

Lezioni e relazioni su tema preordinato

14.30

14.45

 Prova finale e ritiro modulistica ECM

DATA

ORA DI INIZIO

ORA DI FINE

DOCENTE

TITOLO RELAZIONE

METODOLOGIA
DIDATTICA

2^ edizione 26 Settembre 2019

8.30

10.30

Paolo Antonioni

La PAC ed i controlli di Agea

Lezioni e relazioni su tema preordinato

10.30

12.30

Roberto Gatto

Il regime di Condizionalità nella Regione Marche ; applicazione attuale e futura

 

Lezioni e relazioni su tema preordinato

12.30

14.30

Antonio Di Luca

I Servizi Veterinari e la condizionalità: compiti e responsabilità

Lezioni e relazioni su tema preordinato

14.30

14.45

 Prova finale e ritiro modulistica ECM

 

 

La SCHEDA DI ISCRIZIONE

Presentazioni Relatori:

Per. Agr. Roberto Gatto

Dr.ssa Paola Di Prospero

Dr. Di Luca

 

 

Stampa
Categorie: Eventi svolti
Tag:
Valutazioni:
2.0

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Nome:
Email:
Oggetto:
Messaggio:
x