X
GO

RICETTA ELETTRONICA VETERINARIA OBBLIGATORIA DAL 1° SETTEMBRE 2018

  • 4 dicembre 2017
  • Autore: Redazione VeSA
  • Visualizzazioni: 186
  • 0 Commenti

Il 27/11/2017 è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale (GU Serie Generale n.277 del 27-11-2017) la Legge 20 novembre 2017, n. 167 recante disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione Europea.

La Legge contiene alcune importanti indicazioni che “rivoluzioneranno il settore della sanità animale”. All’articolo 3 infatti vengono definite le disposizioni in materia di tracciabilità dei medicinali veterinari e dei mangimi medicati e in particolare viene stabilito che dal 1° settembre 2018 la prescrizione elettronica per i farmaci veterinari e i mangimi medicati sostituirà definitivamente la forma cartacea sull'intero territorio nazionale mentre fino a tale data l’utilizzo della ricetta elettronica sarà facoltativo.

Il Ministero della Salute chiarisce quindi che la ricetta elettronica rientra nel processo di semplificazione e completa digitalizzazione della gestione della movimentazione dei medicinali veterinari e non introduce nuovi obblighi o regole aggiuntive, ma ha come finalità la semplificazione e, ove possibile, la riduzione degli obblighi, recuperando le informazioni da dati già disponibili nei sistemi informativi ministeriali. 

Al tempo stesso però la ricetta veterinaria elettronica non deve intendersi come la semplice trasposizione della ricetta veterinaria cartacea in un «PDF» ma una modifica sostanziale del precedente modello organizzativo e operativo di gestione dei medicinali veterinari, attraverso la completa digitalizzazione della gestione della movimentazione degli stessi. 

Nella nota Ministeriale si sottolinea inoltre che la prescrizione digitale consentirà di rafforzare la sorveglianza e il controllo sull’uso corretto e responsabile dei farmaci e rappresenterà un passo in avanti decisivo per l’uso responsabile degli stessi nel settore della veterinaria, costituendo uno strumento efficace alla lotta contro l’antibioticoresistenza.

La Legge Europea infine stabilisce un'altra importante novità: l'organizzazione e la gestione dell'anagrafe degli equidi passa dall’Unire, ente soppresso, al Ministero della Salute (art. 13: Disposizioni in materia di anagrafe equina).

 

Autore: Dott. Stefano Gabrio Manciola

Stampa
Tag:
Valutazioni:
5.0

Redazione VeSARedazione VeSA

Altri articoli di Redazione VeSA

Contatta l'autore

Nome:
Email:
Oggetto:
Messaggio:
x